Recent Posts

Stile Cozy&Comfy: il Pigiama per uscire di casa by Shein

Stile Cozy&Comfy: il Pigiama per uscire di casa by Shein

Tempi duri per l’industria della moda. Continui lockdown, impossibilità di uscire di casa, sfilate online restano la quotidianità da ormai più di un anno. Cosa inventare? Quali capi venderanno quest’anno? La risposta è più semplice di quello che pensiamo. Il fit degli indumenti si stava 

Voglia di Viaggiare? Gli hotel migliori per il 2021

Voglia di Viaggiare? Gli hotel migliori per il 2021

Buon anno a tutti! Ci siamo appena lasciati alle spalle il 2020 e già stiamo pensando alle ferie del 2021 vero? Non mentiamo a noi stessi, ognuno di noi ha già guardato le possibili mete di quest’anno ed ha già scritto, anche solo a mente, 

TotalWhite: Ti sta bene o no?

TotalWhite: Ti sta bene o no?

Le domande che vengono poste ad un Personal Shopper, sono quasi sempre le stesse in realtà. Adoro sfatare alcuni miti ed aiutare un occhio, non abituato alla giusta palette di colori, a reinserirsi sulla retta via, senza deviare nelle numerose strade che i media ci propongono.

In un articolo precedente, ho ucciso senza esclusione di colpi il total black e le persone che imperterrite continuano a voler vestirsi da funerale anche durante il giorno! (Click qui per leggerlo)

In questo, invece, vi convincerò che il TOTALWHITE (o comunque un mix di neutrals) sarà la chiave del vostro outfit vincente.

Non siete ancora convinti?! Leggete le domande che mi fate di solito..

“Ma non è che mi ingrassa?”

“Una pizza al giorno ingrassa” rispondo sempre ridendo!

Ricordate che non sono i colori ma il tessuto a modificare le proporzioni del corpo! Più il tessuto è pesante e strutturato più le vostre forme saranno grossolane, più il tessuto dell’abito è sottile più ci darà una sensazione di leggerezza. Il bianco e le sue nuances illuminano la figura, non la ingrassano!

Logicamente, in accordo al nostro Bodyshape possiamo mettere in evidenza parti del nostro corpo oppure nasconderne altre in modo da esaltare i pregi della nostra figura.

” Si sporca subito!”

Ebbene, i colori chiari tendono ad essere più delicati anche con lavaggi adeguati. In realtà, potrei aprire una lunghissima parentesi sui lavaggi e come sovente vengano eseguiti in maniera errata, ma per ora mi limito a darvi due dritte per ottenere i migliori risultati.

Per quanto riguarda la lana, alpaca, cachemire e angora DEVONO essere lavati a mano utilizzando dei detersivi che producono poca schiuma, se non assente. Comprate SEMPRE capi con basso dislivello in percentuale di materiali differenti poiché ogni tessuto si comporta in modo diverso una volta bagnato: alcuni si restringono. altri fanno i pallini, altri si allargano. Il risultato è sempre un mistero, quindi prediligete capi con poco mix di elementi.

Esistono smacchiatori istantanei! Portateveli dietro quando uscite ed una volta arrivate a casa, lavate immediatamente il capo senza pensarci due volte. Se si tratta di tessuti delicati, leggete attentamente l’etichetta e cercate, invece, di lavarli solo se necessario, in modo da non creare dislivelli di colore.

E comunque, anche i capi neri hanno bisogno di cure e di lavaggi!

“Non riesco ad abbinare nulla!”

Il bianco è un colore neutro proprio come il nero. A sua differenza però può essere indossato a qualsiasi ora della giornata: dal mattino alla sera.

Il trucco è bilanciare bene il contrasto con i colori naturali del nostro corpo. Partiamo dalla carnagione: Scura, media o chiara? Facciamo alcuni esempi.

Se abbiamo una carnagione scura, il contrasto con il bianco (o simili) sarà molto elevato, quindi è meglio non aggiungere altri colori, ma ciò non vuol dire che non possiamo mixarli per ottenere un risultato Sexy ed elegante.

Nel caso di una carnagione chiara, l’accentuato contrasto può essere sinonimo di “pallidume”, quindi scegliamo palette che accompagnano l’incarnato senza aggredire il colore naturale.

La carnagione media è sempre la più difficile, non si sa mai se osare oppure no. A parer mio, questa categoria non regge la maggior parte dei colori e quindi userei una palette neutra per tutto ciò che circonda il viso (i colori metallici vanno bene) e giocare con il contrasto nelle scarpe e accessori.

Ricordiamoci che esistono mille sfumature di bianco e di colori chiari a cui possiamo far affidamento! Il pregio di queste tonalità è quello di rendere l’outfit molto più ricercato ed alla moda. I colori scuri invece, tendono a coprire ed oscurarlo rendendolo privo di personalità e creatività.

Sono piccoli dettagli che fanno la differenza!

#trend2020: Sicuri di avere stile ?

#trend2020: Sicuri di avere stile ?

Cerco sempre di distaccarmi dai soliti articoli sui Trend SpringSummer o dalle liste sui pezzi #musthave della stagione. Infatti, in questo articolo voglio proprio spiegarvi la differenza tra gli stili attraverso dei MoodBoard. Cosa differenzia uno stile dall’altro? Il mio stile è ricercato ? Faccio 

#aesthetic : Cosa significa? Lo

#aesthetic : Cosa significa? Lo

Non vedevo l’ora di fare chiarezza su questo argomento. Credo lo pensiate anche voi. Lasciamo perdere l’origine greco del termine Aesthetic e concentriamoci sulla sua evoluzione negli anni, fino a diventare un must ed un vero e proprio trend sia online che nella vita reale. 

Trend of my Fall: Sua maestà il cappotto

Trend of my Fall: Sua maestà il cappotto

Non esiste autunno che si rispetti senza un capo spalla che ci protegga dal freddo.

Sopratutto per chi vive al nord, il cappotto è senza dubbio un MUST HAVE di questa stagione e, perché no, anche di quella avvenire. Per quanto mi riguarda, è come un accessorio intramontabile da sfoggiare ogni anno per far risaltare lo stile e l’outfit!

Per questo motivo, deve essere di un certo livello, di un certo tessuto e con certe rifiniture. Burberry e MaxMara possono essere considerati al top per storicità e per scelta dei materiali, ma oggi non parleremo di loro.

Parleremo di quei brand, a volte anche low-cost, che hanno saputo valorizzare questo capospalla applicando il loro stile personale.

Iniziamo dunque.

Zara

Non potevo non iniziare con Zara: brand onnipresente in tutti gli armadi. Qui si gioca con linee pulite e semplici con chiusura ad accappatoio per uno stile minimal ma chic allo stesso tempo. L’antracite è una buona alternativa al nero che definisce lo stile e la creatività di chi lo indossa.

Mango

Linee e strutture geometriche ad effetto. Mango si sta piano piano svecchiando per dar vita ad uno stile proprio ed indipendente dagli altri fast fashion! Colletto alla coreana con chiusura a portafoglio per un capo spalla stile asiatico ma moderno. La scelta del verde oliva mi piace molto poiché si discosta dai soliti colori neutri ma rimane facilmente abbinabile per un look quotidiano.

COS

L’ecopelle: impareggiabile. Chi indossa un cappotto in ecopelle è una persona sicura di sé e delle sue forme. Un ritorno agli anni 70 ma con palette matte per un look aggressivo ma elegante.

&otherstories

Il mio preferito: il cappotto bianco (In questo caso crema). Non bisogna per forza indossare abiti eleganti per abbinarlo, ma si necessita una palette dai toni candidi. Esistono colori che nonostante la semplicità, rendono il tutto più trend possibile.

TOMMY Hilfiger

Tommy ha due linee di abbigliamento principali: jeans e sportswear.

La sportswear, in disaccordo con il nome, fabbrica capi di un tessuto ecosostenibile di pregio con varianti più classiche o più fashion. Adoro la texture e la fantasia di questo cappotto! In linea con i trend di oggi ma con un tocco di eleganza in più.

Nanuska

Il brand Nanuska è uno dei miei preferiti, poiché si ispira a quella linea futuristica e minimal simil Jil Sander e Company. Viene definito infatti come Modern Bohemian.

Già sembra Matrix ma non è! Qui il prezzo sale ed anche la qualità dei dettagli stilistici. Prenderelo come esempio su come utilizzare il nero senza sembrare banali!!

Pinko reversibile

Termino la carrellata di cappotti con Pinko, che si aggiudica la miglior scelta di capospalla di fascia medio alta. Sono tutti stupendi e super trend! Ho scelto questo per evidenziare sia la scelta dell’effetto reversibile sia la qualità del teddy! Andate a spulciare il loro sito per rendervi conto della bellezza di questi gioiellini.

Quale comprereste per il vostro autunno?

Mi raccomando, se scegliete di comprare l’ennesimo capo d’abbigliamento nero, almeno cercate qualcosa che abbia un po’ di personalità!

Per altri consigli, sono disponibile sul mio profilo Instagram _nikyniky_ ♥️✨

Best LuxuryHotels 2020 – SLH Awards

Best LuxuryHotels 2020 – SLH Awards

Sta mattina, sulla casella della mia posta elettronica è arrivata da parte di SLH, uno degli enti di selezione degli Hotels di Lusso INDIPENDENTI più importanti al mondo, i risultati dei loro Awards. SLH seleziona con molta cura gli hotel da inserire sul suo sito 

Trend of MyFall (SpecialeAnfibi)

Trend of MyFall (SpecialeAnfibi)

Come vostra PersonalShopper digitale, mi sento in dovere di consigliare l’acquisto di alcuni capi che vengono già definiti come Must dell’autunno inverno 20/21. Dopo un sondaggio su Instagram, ho deciso di scrivere un articolo dedicato agli Anfibi, protagonisti di questa stagione. Detto ciò, prima della 

Lo Streetwear é OUT

Lo Streetwear é OUT

COOSSA??!

Avete letto bene, lo streetwear è OUT o perlomeno lo sarà con l’inizio della nuova decade.

La fashion week di Febbraio 2020 (poco prima del lock down nazionale) è entrata ufficialmente nella storia della moda. Per chi non lo sapesse, le sfilate propongono i trend dell’anno successivo ma sono state progettate ben due anni prima.

Prima di tutto, La collezione 20/21 ha inaugurato questo nuovo decennio che, il più delle volte, coincide con un cambio di rotta e ha dettato definitivamente l’abbandono dello streetwear.

My street wear mood board

Perchè?!

A quanto pare, non è più ai vertici di gradimento, la creatività sta educando a una nuova femminilità, forte e consapevole, libera dagli stereotipi.

Non solo, il tramonto di questo trend coincide anche con la presa di coscienza di un armadio più sostenibile: addio alle cifre capogiro spese per soddisfare la voglia drop firmati e collaborazioni inedite. Il budget verrà utilizzato per collezioni durevoli e spesso realizzate con tessuti che hanno a cuore il pianeta: Eco-friendly.

My crazy pastel mood board

Sarà la fine dell’era del consumismo? Questo ancora non posso dirvelo.

Ma posso dirvi con certezza che (me lo aspettavo già da anni) i look delle nuove generazioni, saranno i capi e accessori vintage, comprati nei mercatini o ripescati dal guardaroba della mamma o nonna. La vera moda sarà cercare outfit creativi attingendo dai capi di moltissimi anni fa e riproporla in chiave moderna! Sul mio profilo @_nikyniky_ ne parlo apertamente e suggerisco quali capi accostare.

My Vintage moodboard

Ritornando a noi,

Il Covid-19 ha restituito valore alle cose e alle idee: molti stilisti, incluso Giorgio Armani, evocano una scelta ponderata e di qualità.

Respiravo questa atmosfera già da tempo, quando il mercato ha registrato un aumento di vendite/richieste di capi e accessori che non si piegano alle mode temporanee. Il lockdown ha solo catalizzato questo processo, trasformando il “classico, minimale o vintage” in un trend. Qualche esempio? Il ritorno del cappotto color cammello, del maglione di morbida lana riciclata, del foulard vintage e della tracolla di cuoio. Non ce li avete ancora nel guardaroba? Cosa aspettate??

Nude mood board

Per l’amor del cielo, non buttate i vostri capi street e non abbandonate tutti i soldi spesi in una cantina: inventate, mixate, create e cercate di utilizzare tutto finchè potete, tra 10/15 anni li indosserete di nuovo.

Dopotutto la moda va così, a volte viene, a volte va.

Dream moodboard
Sauvage candy moodboard
Il Lato B

Il Lato B

Esatto, sto per parlare proprio del più discusso, il più criticato e ammirato punto del nostro corpo: il sedere. Sul mio profilo Instagram, ho iniziato a dare qualche informazione sulle tipologie e sulle forme, ma qui volevo approfondire di più questo argomento che sta molto