The Travel Shopper

The Travel Shopper

_Five Senses Experiences_

Recent Posts

Top Hotel 2019

Top Hotel 2019

È arrivata un po’ tardi ma non troppo 😅 Come anche per il 2018, volevo stilare la mia personale classifica degli hotel in cui ho soggiornato in quest’anno! Ovviamente, dividerò tutto in categorie per facilitare la comprensione. BEST OF BALI Partiamo subito con il botto: […]

#ecofriendly: Solo fino ad un certo punto?

#ecofriendly: Solo fino ad un certo punto?

Sto per parlare di uno degli argomenti più in discussione del momento. Questa sostenibilità tanto criticata da una parte o adorata dall’altra, ormai è la direzione in cui si stanno muovendo tutte le industrie al mondo. Che ci crediate o meno, il nostro pianeta ha […]

Trova il bikini perfetto per te!

Trova il bikini perfetto per te!

Vi state preparando alla prova costume del 2019? Da quanti mesi state facendo diete e ore in palestra?

Ecco la guida completa per chi anche quest’estate non ha rinunciato ad apparire nella sua forma migliore in bikini. Infatti, in questo articolo troveremo insieme il costume che si adatta alla perfezione alla vostra conformazione fisica e perché no, anche quello che ci fa sentire più a nostro agio con noi stesse.

SENO DI TAGLIA PICCOLA

Preferite sempre le spalline sottili: quelle larghe fanno sembrare la coppa ancora più piccola in proporzione.

Ricorrete a piccoli stratagemmi che diano spessore al décolleté: imbottiture, balze, ruches, ricami, fiocchi e decori di ogni tipo.Puntate anche sui colori vivaci o sulle stampe!

Piccolo trucchetto: decentrate leggermente i triangoli verso l’esterno, allargando visivamente la scollatura. L’effetto è più sexy e poi regala tono e volume al décolleté. Provare per credere!

SENO IMPORTANTE

Prediligete linee semplici e colori scuri, evitando dettagli e applicazioni che conferiscono altro volume.

Il modello ideale ha l’allacciatura all’americana: sceglietelo con bretelle larghe, più proporzionate e contenitive.

Per il costume intero, puntate su tagli incrociati e scolli a V che allungano il busto, ridimensionando il seno in proporzione.

CORPORATURA A RETTANGOLO

Come scegliere il costume in questo caso? Di solito le donne con il body shape a rettangolo sono più mascoline ed hanno le spalle molto larghe.

Il modello perfetto è il monospalla: l’occhio segue la diagonale e viene distratto dal volume orizzontale. Il TRIKINI, che da anni è un pezzo fondamentale, valorizza moltissimo il punto vita! Meraviglioso per dare sinuosità a questo tipo di corporatura.

Ottime, in generale, le spalline larghe.

Da evitare invece sono: scollo a barca, fascia e linee orizzontali di ogni tipo, poiché non enfatizzano il punto vita ed allargano dei punti del corpo non importanti.

GAMBE CORTE

Se il baricentro è basso (ossia dove il busto è lungo e gambe corte), slip e costumi interi devono essere sgambati tipo anni 80 e mai a vita bassa.

Sono ottimi anche i laccetti laterali molto sottili, che non spezzano lo “stacco di gamba”.Viceversa, evitate pantaloncini e culottes, perché accorciano ulteriormente le gambe.

In sostanza, possiamo dare più attenzione alla parte alta del corpo per allungare la parte inferiore del corpo e risultare LONGILINEE!

LATO B PIATTO

Ruches, balze e sovrapposizioni sono utili (a volte indispensabili) per creare un’illusione di curve e rotondità per chi non ha il sedere rotondo.

Consiglio in particolar modo le linee morbide e i colori forti e fantasie vivaci, che regalano un effetto ottico dilatante.

Attenzione agli slip un po’ maschili o sportivi,che rischiano di appiattire ulteriormente il derrière.

LATO B IMPORTANTE

Diciamo che il trend del momento, soprattutto in America è avere forme abbondanti sulla parte inferiore del corpo. I video delle famose cantanti incitano a mostrare tutto il nostro corpo😅 Ma da buona PersonalShopper devo dare un tocco di BONTON alla vostra estate.

Quindi, si consiglio di evitare applicazioni, volumi, grosse fantasie floreali, e tutto ciò che può attirare attenzione sulla zona.

Puntate invece su linee semplici e colori scuri, magari in color block.

Giocate sempre con le proporzioni: uno slip striminzito, farà apparire fianchi e sedere ancora più abbondanti. Meglio un modello più fasciante, “in scala” con gambe e glutei.

ADDOME PRONUNCIATO

Quando si da un addome rilassato è importante non sottolineare il punto vita con cinture, fiocchi o applicazioni che facciano da focal point sull’area critica.

Ottime invece le linee drappeggiate: ingannano l’occhio rendendo meno evidente la protuberanza.

Una piccola astuzia è puntare sul décolleté con un push up o una profonda scollatura, che distragga dalla parte bassa del tronco.🤫

Siete contente dei trucchi che avete appena scoperto sul vostro bikini ideale ? Mi raccomando non dimenticate di mettervi la crema solare 😂

Buona estate.

Seguitemi su Instagram per non perdervi ogni novità sul mio blog ❤️

Il Karlismo

Il Karlismo

Vi voglio parlare dell’uomo che mi ha fatto innamorare della moda, colui che non ha “solo” diretto quelle maison più influenti del mondo, ma che ha creato una vera e propria filosofia attorno al suo personaggio. Ve lo introduco con una sua biografia: KARL LAGERFELD. […]

#trend2020: Focus sullo stile

#trend2020: Focus sullo stile

Cerco sempre di distaccarmi dai soliti articoli sui Trend SpringSummer o dalle liste sui pezzi #musthave della stagione. Infatti, in questo articolo voglio proprio spiegarvi la differenza tra gli stili attraverso dei MoodBoard. Cosa differenzia uno stile dall’altro? Il mio stile è ricercato ? Faccio […]

#dettagli: quelli belli

#dettagli: quelli belli

Siccome sarete stufi dei soliti articoli, ho deciso di impostare quest’ultimo in una maniera diversa.

Infatti, quest’anno per parlarvi dei trends della Ss20, ho deciso di improntare il tutto su una carrellata di dettagli che in sé raccolgono lo stile che abbiamo visto in passerella i mesi scorsi.

Ovviamente, dagli abiti della sfilata al prêt-a-porter ci passa il fiume Nilo (e anche qualcos’altro) ma, mi atterrò alle collezioni che ci possiamo permettere tutti, senza dover chiedere un finanziamento al mese.

Ad esempio iniziamo con le ruges,

Da tempo ormai si vedono un certo tipo di dettagli sartoriali che cadono sulle parti sporgenti del corpo: seno, fianchi e spalle.

Ricordate sempre che per ogni stile esiste anche una contro-moda che adotta gli stereotipi opposti.

Un esempio?

Per ogni abito con ruges troveremo un abito tipo sottoveste senza nessun drappeggio.

Per ogni camicia con manica tulipano, ne troveremo una basica quasi androgena.

Gli opposti nella moda si attraggono eccome !

Come attraggono le stampe animalier!

Tornano anche d’estate il maculato ed il Pitonato su scarpe e apparel, che di solito troviamo nella moda invernale o autunnale!

Anche il total leather, seppure circoscritto alle mezze stagioni, diventa un must per gli stili più streetwear.

E vi ricordate l’enormità delle borse di qualche anno fa? Adesso le dimensioni sono davvero cambiate per quanto riguarda l’accessorio.

Si da più spazio alla gioielleria piuttosto che alla grandezza della borsa.

Il corpo viene messo in primo piano con trasparenze e nudità in tutte le sue curve senza nessuna esagerazione.

Parlando di accessori, mi sento di mettere in luce un altra contro moda: sandali-stivali.

Ormai lo stivale viene inserito in estate e il sandalo in inverno, questo sì sa.

Ma quest’anno vedo proprio la diversità stilistica tra il sandalo senza platform, tacco fine e poco strutturato allo stivale knee-high

Texano in pelle. Senza vie di mezzo.

Colori.

Mi sembra di tornare sempre più indietro nel tempo con queste palette pastello, organza, polka dots o total white. Adoro la scelta di giocare con le nuances chiare anche nei mesi più freddi e di creare look neri anche d’estate drammatizzando con qualche dettaglio in più.

Ricordate di usare le sfumature adatte al vostro incarnato o almeno selezionare i colori caldi o i colori freddi in modo corretto.

Per concludere, la parte che di più adoro:

Il cropped ed il tapered.

Largo o skinny, mom fit o regular il pantalone deve avere vita alta e scoprire la caviglia, il top invece, deve scoprire il punto vita.

Se si decide di indossare un maglione lungo, ci si abbina una cintura. Non esiste outfit senza questa chicca!

La bralette diventerà sempre più in vista sul corpo di tutte le età, che sia sopra ad un camicione, che sia sportiva o super elegante, che faccia parte di un coordinato con gonna.

Iniziate seriamente con la palestra, se volete degli addominali scolpiti per questa primavera!

Foto Instagram:

Zara,

Beginning boutique,

Glassons,

Missguided,

Vergegirl,

Seven wonders.

#winterguide: Travel&Style

#winterguide: Travel&Style

Avete in programma un viaggio invernale ma non sapete cosa mettere in valigia? A volte, i voli low-cost non comprendono nel prezzo del biglietto il bagaglio da stiva, il che rende molto difficile prepararsi a temperature fredde. Se invece scegliete di viaggiare in treno o […]

#mypersonaltips : Viaggi in oriente (parte 2)

#mypersonaltips : Viaggi in oriente (parte 2)

Non mi sono dimenticata di continuare l’articolo, tranquilli! I viaggi in oriente possono essere molto complicati da organizzare, quindi leggete attentamente questa seconda parte. Cibo Come ben sapete a me piace sperimentare ristoranti nuovi, pietanze diverse e i cibi locali. Non sopporto quel genere di […]

DUBLIN VS LONDON: quello che non dici

DUBLIN VS LONDON: quello che non dici

Volevo avvisare tutti i lettori che questo non sarà un articolo come gli altri.

Non conterrà chissà quale consiglio di viaggio o di outfit in particolare, ma solo delle mie sensazioni e considerazioni sulla diversità tra Dublino e Londra: due città che mi hanno regalato forti emozioni.

Avendo vissuto per un periodo di tempo abbastanza lungo a Londra mi sono accorta di molte abitudini dei “cittadini del nord” che si possono benissimo attribuire a quelli che abitano in altri paesi, altre no.

Iniziamo con quella più piccante: Il Pudore

Al rientro di un sabato sera dalla discoteca potete aspettarvi qualsiasi cosa! Pensatela come uno Zoo dove sono state aperte le gabbie. Scusate la similitudine ma non sto scherzando, purtroppo.

La concezione che si può avere di amor proprio e pudore, sia a Londra ma sopratutto a Dublino, viene completamente ribaltata.

Le ragazze indossano vestiti che lasciano intravvedere ogni tipo di curva e non è strano vederle pomiciare con 3/4 ragazzi dello stesso gruppo di amici.

Ci si abbraccia, ci si bacia e ci si tocca ma “non vuol dire niente”, anzi è solo l’antipasto della serata. La cosa che mi ha scioccato di più, è stata il camminare a piedi nudi per l’asfalto o qualsivoglia fast food alle 4 di notte noncuranti delle miliardi di verruche e funghi che potrebbero attaccarsi ai loro piedi, ubriache.

Ok, la smetto. Ho reso l’idea senza scendere nel dettaglio!

Parliamo adesso, mi un aspetto positivo di Dublino rispetto a Londra: Il razzismo.

Durante la mia permanenza in Inghilterra ho notato molto razzismo tra i Londinesi ed il resto del mondo. Sembrava che disdegnassero ogni persona che non fosse nata nella capitale.

Non importava da dove arrivassi o quale fosse la tua storia, tu eri tagliato fuori dalla cerchia dei “prescelti” e non valevi niente. Qualche ragazzo ci provava in discoteca con la speranza di portarti a letto e lasciarti la notte stessa, ma niente di più.

A Dublino, l’atmosfera cambia radicalmente in senso positivo. Infatti, si possono fare molte amicizie e tutti quanti sono pronti ad aiutarti!

Si beve e si scherza insieme, si balla e si canta. Il livello di razzismo è molto più basso che in Italia ed in altri paesi, tant’è che quando capivano che ero italiana provavano LORO a parlare la mia lingua pur essendo nella loro città.

Proprio con questo discorso, volevo collegarmi al punto successivo del mio articolo, ossia: Nightlife.

La chiusura mentale dei londinesi si riflette anche sulla vita notturna. Infatti, alle 23:00 ogni pub o birreria che si rispetti chiudeva i battenti ed i ristoranti alle 21:30/22:00 li seguivano a ruota. Rimanevano aperti solo i club, ossia i locali dove il 90% degli ospiti entravano agghindati dalla testa ai piedi per ballare fino alle 2 di notte.

Italia e Irlanda funzionano più meno nella stessa maniera: si beve e si mangia in compagnia e non importa l’orario.

Per quanto riguarda il tempo ed il cibo, non mi dilungo molto anche poiché la loro fama li precede: La birra costa meno dell’acqua, stracuociono la carne, mettono molte salse ecc ecc..

Ultimo punto: Pulizia.

Come ben si sa, le case dei nostri amici nordici non vengono più di tanto pulite e disinfettate per via della famosa moquette di cui loro vanno pazzi. Non vale lo stesso per le città, molto più pulite di quelle italiane, ben organizzate e molto più sicure.

A Dublino però, ho notato più noncuranza da parte dei barman e camerieri sulla pulizia dei locali e dei prodotti. In poche parole, le stesse mani che toccavano i soldi toccavano anche il lime nel vostro cocktail e il piatto della vostra cena. Non venivano lavate, anzi era la normalità.

Diciamo non il massimo.

Queste sono le differenze principali che mi sono venute in mente. Mi sono soffermata su quelle di cui non si legge mai nei blog per essere “verità più scomode”, mentre di quelle positive è pieno il web e sono facilmente reperibili da tutti.

Vi saluto e spero che questo articolo vi abbia aperto di più la mente sui pregi e difetti di queste meravigliose città.

Seguitemi su Instagram e su Facebook per non perderti le mie ultime avventure!

#musthave2019: Autumn edition 🍂

#musthave2019: Autumn edition 🍂

Sta finendo l’estate e i primi rossori dell’autunno stanno colorando gli alberi. Iniziamo ad aver voglia di copertina e Netflix ma non vogliamo perderci gli ultimi raggi di sole …quindi, trovata l’ispirazione per uscire, siamo bloccate dalla fatidica domanda: “Come mi vesto ?” In realtà, […]

#mypersonaltips: Viaggi in Oriente

#mypersonaltips: Viaggi in Oriente

Non vedevo l’ora di scrivere questo articolo, ma non sapevo come scriverlo e che punti analizzare maggiormente. In tanti mi avete chiesto informazioni sul mio itinerario di Bali e Singapore, ma pochi di voi mi hanno chiesto che trucchi ho utilizzato per rendere il mio […]

#mountains : Resort&Spa

#mountains : Resort&Spa

“Per quest’anno non cambiare, stessa spiaggia e stesso mare” cantava Piero Focaccia nel 97. Ed aveva ragione: la maggior parte degli italiani, scoccata l’ora X, partiva con figli e bagagli alla ricerca del metro quadro libero di spiaggia per piazzare l’ombrellone.

Pienone. Caldo e afa.

Urla e sudore. Bestemmie in autostrada.

È vero! L’appeal di un’estate al mare è molto più grande di quello di un’estate in montagna😅 ma credetemi quando vi dico che due giorni in montagna bastano per togliervi gran parte della stanchezza arretrata e dello stress.

Senza contare che le migliori Spa e sorgenti termali, nascono lontano dal mare!

Per questo motivo, in questo articolo troverete la selezione di 3 Spa di Lusso dove potrete soggiornare almeno una notte, senza dovervi preoccupare di nulla fuorché di godervi la giornata.

Hotel Billia Saint Vincent

Nel centro di Saint Vincent, l’hotel 5 stelle Billia vanta di una Spa immensa di quasi 1800mq.

Il complesso alberghiero gode di una posizione privilegiata, a pochi passi dalle bellezze naturalistiche delle Alpi occidentali e dalle località sciistiche tra le più suggestive al mondo.
Il soggiorno garantisce un contatto diretto con la natura, con tutti i comfort e la raffinatezza dei servizi di un hotel di lusso a 5 stelle, dall’esclusività della Spa e di una moderna palestra.

Per chi poi vuole vivere attimi unici di intenso relax, l’atmosfera della sauna, della bio sauna e dell’hammam vi prepareranno a proseguire verso un crescendo di profondo appagamento dei sensi: docce a ugelli, cascata di ghiaccio, doccia rilassante, doccia cervicale o nebbia fredda, cromoterapia completano un percorso di totale rigenerazione.

Relais et Chateau Bellevue a Cogne

Stiamo parlando di una categoria di alberghi che hanno fatto la storia!

Consiglio il Bellevue se si predilige un ambiente dall’arredamento più tradizionale.

Per quel che riguarda l’aspetto “benessere” vi si può trovare: Bio-sauna agli agrumi, bio-sauna al fieno, sauna a raggi infrarossi, sauna finlandese, bio-sauna alla camomilla, bio-sauna al pino mugo, bagno di vapore e sudario romano.

Inoltre ancora: Grotta di sale, grotta polare, lettini ad acqua, lettini memory, letti elettrici, letti con la paglia e con le foglie di mais, poltrone in cedro,.. con piscine termali e palestra !

CampZero a Champoluc

Mai visto niente del genere, il mio preferito!

La natura fa da modello a un design che diventa lusso. CampZero è il primo Active Luxury Resort dedicato agli appassionati della montagna che offre esperienze immersive e altamente esclusive in Valle D’Aosta.

Fatto di elementi naturali e di cura dei dettagli, questo resort a Champoluc è un luogo in cui natura, dimensione sportiva e tecnologia si fondono, offrendo un’esperienza unica e d’avanguardia.

Armonia e natura, modernità e comfort: un paradiso wellness dinamico in cui concedersi lunghe nuotate incastonato in una struttura di legno ispirata alla natura circostante, per sentirsi leggeri e respirare.

Il ritmo è quello del relax, impreziosito da un’oasi di benessere e da trattamenti speciali che affidano all’acqua e a rituali unici la rigenerazione del corpo e dello spirito. Per ritrovare la sensazione unica di quando tutto è perfetto con gli esclusivi e raffinati programmi firmati Gemology & campZero dedicati a tutti gli ospiti, dai più sportivi agli amanti del relax totale.

Vi ho convinto ragazzi ? 💕

Cosa c’è di meglio di due giorni di pieno relax. Ovviamente queste proposte sono valide anche nel periodo invernale, dove il panorama innevato rende il tutto ancora più magico, ma i prezzi molto più alti 😅

Visitate il mio profilo Instagram per saperne di più ✨