Cuissardes : li posso mettere?

Cuissardes : li posso mettere?

Must-have dell’inverno , si riconfermano i Cuissardes: ma a noi comuni mortali stanno bene veramente? Quali sono i trucchetti per indossarli al meglio? Su che colore dobbiamo indirizzarci?

Innanzitutto, dobbiamo selezionare e cancellare dalla nostra testa quei falsi miti come ad esempio: possono metterli solo le ragazze alte, sono scomodi, scendono dalla coscia come un reggicalze.. ecc ecc.

Questa tipologia di stivale ha la particolarità di non mozzare la gamba poiché arrivando sopra il ginocchio tende a valorizzarla unendone il piede con la parte alta.

Inoltre, scegliendo colori scuri si riesce anche a snellire la parte del polpaccio con un tocco di femminilità, poi per chi non ha il dono dell’altezza può anche optare per un modello con un pò più di tacco e plateau.

Non necessariamente si deve abbinare una gonna molto corta, si possono mettere anche sopra ad un pantalone molto stretto, o addirittura, provare ad osare un vestito che finisca sotto alla giuntura dei cuissardes.

Ovviamente, più continuità c’è nella figura più questa sarà slanciata e filiforme, se la figura viene spezzata da colori o da balze, l’attenzione cadrà su quella linea che delimita lo stivale. Per spiegami meglio userò delle immagini:

Questa bellissima ragazza, indossa un abitino corto e molto aderente di colore bianco. Questo outfit non è indicato per chi ha un fisico a “triangolo” (parlo delle tipologia dei fisici femminili qui), poiché mette in risalto i fianchi tramite la linea che delimita il vestito e la linea degli stivali. Per chi vuole a tutti i costi nascondere o camuffare questa zona critica può valorizzare le spalle utilizzando ad esempio: abiti con maniche a tulipano o giacche con spalline strutturate; per chi vuole valorizzare il giro vita, invece, può indossare una cintura oppure scegliere abiti che si stringano nel punto che si vuole mettere in risalto.

Ecco un esempio di abito più lungo dello stivale con cintura per valorizzare il giro-vita sia per allungare la gamba. Inoltre, Direttamente dalla passerella di Fendi, questo vestito presenta uno spacco sulla manica per allargare la parte alta della figura, uno spacco sulla gamba destra per alleggerire il peso formato sulla contrapposizione di due capi di abbigliamento. L’insieme di questi 3 elementi dona a quasi tutte le tipologie di fisicità sia una figura più longilinea sia una dolce armonia delle forme.

Sempre dalla sfilata di Fendi (Mamma mia quante ne sanno loro!!), un esempio per chi non vuole mettere in mostra il giro vita ma vuole mantenere un look fashion. Grazie ai voulants nella parte alta e nella parte bassa del vestito, vengono create delle onde che danno un senso di leggerezza senza segnare nè i fianchi nè il punto vita (solo un piccolo accenno). I tessuti fini e leggeri vanno presi molto in considerazione in questi casi, proprio per la loro capacità di nascondere i nostri difettucci senza appesantire la figura. Ricordiamoci che le fantasie sono un arma a doppio taglio: se i disegni sono troppo grossi con contrasto di colore elevato, tutto il nostro tentativo di alleggerire l’outfit sarà invano.

Non so se avete notato ma quest’anno IL ROSSO prende il sopravvento sul NERO, il nostro miglior amico. Ci vediamo nel prossimo post dove parlerò di come NON SIA ASSOLUTAMENTE VERO CHE IL NERO STA BENE A TUTTE (come sosteniamo)!!!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *