Recent Posts

#dettagli: quelli belli

#dettagli: quelli belli

Siccome sarete stufi dei soliti articoli, ho deciso di impostare quest’ultimo in una maniera diversa. Infatti, quest’anno per parlarvi dei trends della Ss20, ho deciso di improntare il tutto su una carrellata di dettagli che in sé raccolgono lo stile che abbiamo visto in passerella 

#ecofriendly: Solo fino ad un certo punto?

#ecofriendly: Solo fino ad un certo punto?

Sto per parlare di uno degli argomenti più in discussione del momento. Questa sostenibilità tanto criticata da una parte o adorata dall’altra, ormai è la direzione in cui si stanno muovendo tutte le industrie al mondo. Che ci crediate o meno, il nostro pianeta ha 

#winterguide: Travel&Style

#winterguide: Travel&Style

Avete in programma un viaggio invernale ma non sapete cosa mettere in valigia?

A volte, i voli low-cost non comprendono nel prezzo del biglietto il bagaglio da stiva, il che rende molto difficile prepararsi a temperature fredde.

Se invece scegliete di viaggiare in treno o con la vostra auto, vi insegnerò come gestire al meglio i vostri outfit in modo da essere sempre fashion senza patire il freddo.

Inoltre, ho spulciato tra i più famosi blog di viaggiatori alla ricerca delle mete più ambite tra dicembre e febbraio, in modo da consigliarvi al meglio il tipo di tessuto adatto alle vostre esigenze.

So,

LET’s GO !

City

L’inverno nelle metropoli può essere insidioso. Di solito, sono piuttosto caotiche e l’inquinamento atmosferico alza i livelli di umidità nell’aria. In questo modo, il nostro corpo percepirà più freddo del solito e avrà bisogno di scaldarsi il più possibile. Gli inverni umidi sono peggiori di quelli secchi, quindi ci si deve vestire a dovere. Prediligete tessuti naturali e non sintetici, che favoriscono la traspirazione della pelle. Il trucco è portarsi più ricambi di intimo e cambiarsi anche due volte al giorno.

Le città umide si distinguono per i soventi cambi meteorologici, quindi potrebbe piovere sempre da un momento all’altro! Visitare queste megalopoli nei mesi estivi, potrebbe essere la rovina della vostra vacanza, in quanto il livello di umidità potrebbe anche sfiorare i 90% .

In valigia non possono mancare:

  • calzini, canotte e magliette 100% cotone;
  • Giubbini antivento e pioggia ma traspiranti
  • Abbigliamento comodo in modo da poter sfruttare al meglio l’effetto cipolla
  • Zainetto per i cambi durante la giornata

Città: Tokyo, San Pietroburgo, Londra e maggiori città europee.

Cime innevate

Se avete deciso di passare il vostro inverno in una location più fredda rispetto alla vostra, siete nel posto giusto. L’abbigliamento da neve è molto differente da quello da città, proprio per questo è difficile scegliere dei capi che risultino trendy ma allo stesso tempo adatti a quelle temperature.

Partiamo dalle scarpe: devono essere impermeabili e non devono avere una suola scivolosa; ad esempio I Mou e gli Ugg sono magnifici per la neve.

Attenzione ho detto neve e non pioggia! La loro soglia di impermeabilità è molto bassa ma regge l’impatto con la neve. Il pelo all’interno e il rivestimento in suede creano un isolamento termico non indifferente.

Infatti, ogni tessuto pesante rivestito da un tessuto impermeabile o meno ha questo tipo di vantaggio che in inverno è l’ideale se si devono visitare delle cime innevate.

Se si ha a disposizione una valigia molto piccola, consiglio di scegliere solamente un abbigliamento che aderisca al vostro corpo, in tessuto sintetico. I materiali sintetici non sono naturali, ma sono perfetti isolanti termici sopratutto se aderiscono alla pelle, si lavano facilmente e non occorre stirarli.

Ricordiamoci che esistono leggins e dolcevita imbottiti per un outfit sportivo ma più femminile.

In valigia:

  • Vestiti in tessuto sintetico
  • Cappellini e guanti
  • Stivaletti (e basta)
  • Giubbotti con impermeabilità alta (sia piuma che termoball)

Località: Alpi italiane, Svezia, Norvegia e Finlandia, Nord America, Siberia e Hokkaido.

Sabbia e caldo

Mete tra le più ambite in inverno, dove si riesce ad abbronzarsi e rilassarsi al caldo anche quando a casa nostra di battono i denti dal freddo.

Se scegliere questi luoghi oltre oceano non avrete problemi a preparare la valigia giusto?

Sbagliato!

A seconda che voi vi troviate in un luogo con clima umido o secco, avete diverse possibilità di scelta. Troviamo infatti due ambientazioni diverse: tropicale o desertico.

Se scegliere come mete: Maldive, Indonesia e Filippine il clima sarà per di più umido. Quindi usate tessuti soltanto naturali!

Se scegliete come mete: Dubai, Marrakesh o Las Vegas avrete un escursione termica tra il giorno e la notte non indifferente.

Il consiglio più spassionato, che a voi sembrerà uno scherzo, è scegliere dei vestiti di lana. La lana di qualsiasi ovino è un grandissimo isolante termico per i climi secchi in quanto mantiene la temperatura corporea, lascia respirare la pelle e non lascia penetrare i raggi solari.

In valigia dovete portare:

  • Vestiti di tessuto naturale non sintetico
  • Maglioni di lana
  • Le scarpe che volete
  • Creme per idratare la pelle
  • Dove avete scelto di passare le vostre vacanze natalizie?

    Siete riusciti a ritagliarvi un po’ di relax?

    Scrivetemi e seguitemi su Instagram

    _nikyniky_ per scoprire dove ho scelto di passare le feste e per altri consigli di moda viaggiando.

    Auguri ❤️❄️

    #mypersonaltips : Viaggi in oriente (parte 2)

    #mypersonaltips : Viaggi in oriente (parte 2)

    Non mi sono dimenticata di continuare l’articolo, tranquilli! I viaggi in oriente possono essere molto complicati da organizzare, quindi leggete attentamente questa seconda parte. Cibo Come ben sapete a me piace sperimentare ristoranti nuovi, pietanze diverse e i cibi locali. Non sopporto quel genere di 

    DUBLIN VS LONDON: quello che non dici

    DUBLIN VS LONDON: quello che non dici

    Volevo avvisare tutti i lettori che questo non sarà un articolo come gli altri. Non conterrà chissà quale consiglio di viaggio o di outfit in particolare, ma solo delle mie sensazioni e considerazioni sulla diversità tra Dublino e Londra: due città che mi hanno regalato 

    #musthave2019: Autumn edition 🍂

    #musthave2019: Autumn edition 🍂

    Sta finendo l’estate e i primi rossori dell’autunno stanno colorando gli alberi. Iniziamo ad aver voglia di copertina e Netflix ma non vogliamo perderci gli ultimi raggi di sole …quindi, trovata l’ispirazione per uscire, siamo bloccate dalla fatidica domanda: “Come mi vesto ?”

    In realtà, l’autunno è quella stagione dove tutto è concesso. Si possono ancora indossare colori più estivi oppure ci si può già coprire con le tonalità cupe dell’inverno. In pratica, però, camminando per la città, trovo degli outfit costruiti in un modo completamente sconnesso e senza stile.

    Userò questo post proprio per facilitarvi nella scelta dell’outfit perfetto, ma in modo differente e innovativo. TROVERÒ UNA SOLUZIONE IN BASE AL METEO SCRIVENDOVI ANCHE I BRAND USATI COME ESEMPIO.

    In questo modo: “GONNAeFELPA: YOURFASHIONSTORIES”

    Il meteo, secondo me, è proprio l’ente disturbante del modo con cui scegliete i capi che indosserete in quella giornata, facendovi perdere tempo.

    Leggete questo articolo e non avrete più nessun dubbio!

    Tempo ventilato

    Parlo di quelle giornate ventose, magari anche soleggiate, ma che creano problemi sia a chi ha deciso di coprirsi, sia di scoprirsi. Consiglierei tessuti non troppo traspiranti e né troppo pesanti con colorazione tenue per non appesantire troppo il look e la figura.

    Copritevi il collo magari con un dolcevita oppure scegliete un poncho, ma prendete anche in considerazione le tute sportive: trend, facili da abbinare e coprenti quanto basta.

    TUTA: Zara

    Dolcevita con pantaloni pinces: TOPSHOP

    Tempo soleggiato

    Il rischio che si corre è di pensare di aver caldo, optare per un completo estivo e poi indossare il primo maglione pesante o giubbino che invecchia tutto l’outfit in un colpo solo. Dimenticatevi i vestiti estivi e sceglietene uno con un tessuto più spesso con colori più caldi, magari una longette. In questo modo, non ci sarà troppa differenza tra lo spessore del tessuto del capospalla e quello del capo sottostante.

    VESTITO: NASTYGAL

    VESTITO PIUMATO: YOURFASHIONSTORIES

    Giornata cupa

    La nostra peggiore nemica. In realtà la maggioranza di noi, neppure vorrebbe uscire ma, se proprio ci tocca almeno facciamolo con stile. Sdrammatizzare! Questo è il mio spassionato consiglio.

    Verrete notate da tutti e questo mood positivo, irradierà (si spera) anche la giornata quegli altri. Questo vale anche per le giornate piovose, impostate il vostro look su uno stivale e giocate con gli accessori!

    OUTFIT TOTALWHITE: NASTYGAL

    MAGLIONE CON PANTALONI IN PELLE: ZARA

    Come avete visto dalle foto, i must have di questo autunno non sono molto diversi dallo scorso (leggete i vecchi post per scoprire il perché). Notiamo solamente una introduzione del TotalWhite al posto del TotalBlack ed una continua maschilizzazione dei dettagli stilistici o della silhouette degli abiti femminili.

    Difficilmente troviamo jeans skinny fit o pantaloni a sigaretta ma tagli boy-friend o a campana con pinces. Lo stile vintage sta inondando tutte le passerelle con il suo taglio oversize a livelli quasi estremi .

    Vi piace la direzione in cui sta andando la moda in queste ultime stagioni ? Non sembra che stiano cercando di creare dei capi unisex unendo i generi maschile e femminile?

    ULTIMI DUE COMPLETI: TOPSHOP

    Rifletteteci su e scrivetemi quando volete !

    Vi aspetto su Instagram e Facebbok per le ultime novità!

    #mypersonaltips: Viaggi in Oriente

    #mypersonaltips: Viaggi in Oriente

    Non vedevo l’ora di scrivere questo articolo, ma non sapevo come scriverlo e che punti analizzare maggiormente. In tanti mi avete chiesto informazioni sul mio itinerario di Bali e Singapore, ma pochi di voi mi hanno chiesto che trucchi ho utilizzato per rendere il mio 

    #mountains : Resort&Spa

    #mountains : Resort&Spa

    “Per quest’anno non cambiare, stessa spiaggia e stesso mare” cantava Piero Focaccia nel 97. Ed aveva ragione: la maggior parte degli italiani, scoccata l’ora X, partiva con figli e bagagli alla ricerca del metro quadro libero di spiaggia per piazzare l’ombrellone. Pienone. Caldo e afa. 

    5 errori da non commettere per sembrare “RICCHI”

    5 errori da non commettere per sembrare “RICCHI”

    Ognuno di noi ha sempre desiderato essere o diventare ricco. Quante volte ci siamo chiesti: ” Se vincessi alla lotteria, cosa farei con tutti quei soldi?”, poi non vincevamo mai 😅

    Chiara Ferragni, è il simbolo di tutto ciò: denigrata ma invidiata da tutte.

    Questa è l’era del consumismo. I millennials farebbero di tutto per ottenere una bella immagine da poter sfoggiare sui social e noi, generazioni precedenti, li seguiamo a ruota, convinti che un bel paio di scarpe ci ripulisca l’anima e ci diriga verso l’elite della società.

    Tutte cavolate! Con queste prime righe, ho voluto demotivare tutti quei lettori che si sono lasciati trasportare dal titolo “da puzza sotto il naso”.

    In questo post, parlerò degli errori da non commettere per essere QUEL genere di persona! Nessuno ve lo dice, ma ostentando quello che non avete, diventate ricchi fuori, ma poveri dentro.

    IL GREGGE

    Di seguito trovate 3 oggetti che sono nell’armadio dell’80% della popolazione italiana (originali o meno). Il che vuol dire che il restante 20% o non se li può permettere o ha preso la saggia decisione di vestirsi secondo il suo stile.

    Purtroppo, è brutto ammetterlo, ma pur essendo belli e facili da abbinare, questi 3 accessori si collocano direttamente nell’outfit di chi ha bisogno di indossare un qualche si voglia LOGO FAMOSO, per palesare al gregge che lui è uno di loro, cioè ha bisogno di unificarsi alla massa.

    Una persona veramente ricca, non ha bisogno di ostentare nulla, compra degli accessori costosi, ma sceglie il modello più particolare, più di nicchia. Non sceglie il gusto della massa, ma il suo!

    TESSUTI

    Non mi stancherò mai di ripeterlo: IL TESSUTO è la cosa più importante del vostro outfit! Benché il modello possa essere perfetto e la taglia giusta, se il vestito non ha un bel tessuto è da bocciare senza neppure provarlo!

    Si distingue da lontano una persona che indossa abiti con stoffa naturale, da una che indossa solo una bassa qualità di tessuto sintetico. Non avete bisogno di veder scritto Gucci o Balenciaga, sapete già che quel capo è ricco di stile e simboleggia personalità!

    VIVETEVI LA VITA

    La vita è già abbastanza breve, non vivetela giudicando gli altri e provando invidia per chi ha più soldi di voi.

    Godetevi il vostro tempo libero e ritagliatevi dei momenti speciali con le persone a cui volete bene e che vi accettano per quello che siete. Solo così completerete un vostro outfit con l’accessorio che non passerà mai di moda: IL VOSTRO SORRISO!

    VIAGGIATE

    Non importa quanto sarà lussuoso il vostro hotel o di quante foto potrete fare alla vostra vacanza, preparate le valigie e partite!

    Questa sarà l’esperienza che più vi arricchirà in assoluto (a livello interiore, perché il vostro portafoglio piangerà😬) poiché sono i momenti passati a immergersi nella storia delle altre persone, che ti insegnano il vero senso della vita.

    Inoltre, arricchirete il vostro bagaglio culturale, la vostra visione d’insieme ed il vostro problem solving: qualità che sul mondo del lavoro sono molto ricercate ed importanti! Chissà, con queste nuove skills, magari troverete un impiego privilegiato,con il quale potrete investire sul vostro futuro ✌🏽

    PERSONAL SHOPPER

    E qui, fatemi tirare l’acqua al mio mulino. Dopo tutte queste perle di saggezza vi voglio consigliare di chiedere l’aiuto di un esperto nel settore per aiutarvi a scegliere almeno la palette cromatica adatta al vostro incarnato. Sembra una cosa di poco conto, ma conoscere le tonalità adatte a voi può: ringiovanirvi, illuminarvi, valorizzarvi e snellirvi!!

    Cosa volete di più ! 🤗

    Ho visto visi fantastici, incupiti da colori scuri e corpi perfetti rovinati da forme e linee che appesantivano la loro figura di insieme.

    Non fate come i pazienti che si auto-diagnosticano le malattie e cercano di curarsele da soli, rivolgetevi al vostro medico per una cura mirata a rendere felici voi stessi!

    Forse avrete trovato questo post diverso dai soliti, ma, come si sa ma non si dice, la realtà è molto diversa da quella che si vede sui social! Armiamoci di conseguenza con tanta pazienza e tanta voglia di crescere interiormente.

    Un caro saluto ✨

    Trova il bikini perfetto per te!

    Trova il bikini perfetto per te!

    Vi state preparando alla prova costume del 2019? Da quanti mesi state facendo diete e ore in palestra? Ecco la guida completa per chi anche quest’estate non ha rinunciato ad apparire nella sua forma migliore in bikini. Infatti, in questo articolo troveremo insieme il costume